Africa-Europa: identità e differenze - Culture e politiche in dialogo

L’Unione delle Comunità Africane d’Italia-ONLUS (UCAI), in collaborazione con la Direzione Generale per la Mondializzazione e le Questioni Globali (DGMO) del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI), realizzerà nel corso del 2023 il progetto “Africa-Europa: identità e differenze. Culture e politiche in dialogo”.

La rete UCAI, nata nel 2018 a Milano, è formata da cittadini africani e afrodiscendenti e si prefigge lo scopo di valorizzarne la dignità, attraverso iniziative a favore dell’Africa, promuovendone la rinascita economica e culturale. UCAI con riferimento ai principi sanciti nella propria Carta dei Valori, nel promuovere l’identità plurale, le condizioni per un metticiato di civiltà, il dialogo fra i popoli e il rispetto dei valori umani condivisi, allo stesso tempo fonda il proprio comportamento sulla solidarietà, sul merito, sulla centralità della persona in quanto tale, sul rispetto del prossimo e sul Panafricanismo. UCAI organizza pertanto eventi nazionali e internazionali, quali occasioni di riflessione per un nuovo approccio relazionale e di sviluppo.

Scopo dell’iniziativa “Africa-Europa: identità e differenze. Culture e politiche in dialogo” è agevolare un genuino dialogo fra selezionati interlocutori africani ed europei, in grado di analizzare e presentare le criticità di alcuni temi fondamentali (come i concetti di democrazia, di partenariato, di cultura, d’identità, del diritto, della dimensione femminile, della solidarietà internazionale, ecc…), la non piena comprensione dei quali ancora sembra frenare uno scorrevole scambio di buone prassi e d’intese fra chi a livello politico e diplomatico rappresenta i due continenti nei vari fora internazionali.

Condividendo gli intenti manifestati dal documento strategico e d’indirizzo “Il Partenariato con l’Africa”1, pubblicato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale nel 2020, il progetto “Africa-Europa: identità e differenze. Culture e politiche in dialogo” intende realizzare quattro tavole rotonde a porte chiuse con altrettanti panel selezionati di alcuni esperti africani ed italiani, esponenti della società civile presso il MAECI nell’arco di una giornata di lavori, ciascuna volta con un diverso relatore africano di chiara fama, su relativi quattro macro argomenti e su una serie di sotto temi pertinenti, affinché possa darsi una disamina prima e una riflessione sincera e audace poi, analizzando e mettendo in discussione gli argomenti oggetto delle attività seminariali, dove le categorie tanto del relativismo della differenza radicale quanto dell’universalismo dell’identità assoluta saranno riviste da prospettive originali. In questo modo saranno evidenziate le caratteristiche e le eventuali contraddizioni dei sistemi di preferenza comportamentali prevalenti, degli standard di riferimento antropologici e giuridici, dei paradigmi cognitivi e degli assi valoriali eurocentrici a confronto con quelli africani, esaminando le differenze culturali e le divergenze politiche conseguenti, così da ricercare punti di convergenza per future linee d’azione condivise.

Le quattro tavole rotonde tratteranno i seguenti argomenti:

Le forme della politica, democrazia e diplomazia dei popoli (febbraio 2023)

Culture, identità e valori (aprile 2023)

Le asimmetrie nello sviluppo e nei partenariati (giugno 2023)

Società matriarcali e patriarcali: la dimensione femminile (settembre 2023).

Il Progetto “Africa-Europa: identità e differenze. Culture e politiche in dialogo” si prefigge i seguenti risultati:

  • Favorire la diffusione di linee guida di policy orientate alla Diplomazia Interculturale.
  • Sottoporre a revisione critica i concetti alla base dei partenariati italo-africani ed euro-africani mediante un confronto di idee libero da preconcetti.
  • Presentando e valorizzando il portato endogeno del retaggio culturale e politico africano, ambire a dare voce all’Africa e ai suoi protagonisti, per conoscerne quei risvolti identitari, sociali e politici non sufficientemente noti né veicolati, quando addirittura sottostimati, nel dibattito pubblico nazionale ed europeo, necessari a una vera e profonda conoscenza vicendevole, che, scevra di reciproci pregiudizi, faciliti le condizioni di possibilità di un maggiore e migliore intendimento, presupposto indispensabile per rendere efficace ogni partenariato attuale e futuro tra Africa ed Europa.
  • Sviluppare reti informali euro-africane o afro-europee di condivisione di buone prassi riguardanti i macro argomenti e i sotto temi approfonditi con l’attività progettuale.
  • Diffondere gli outcome e i deliverable delle tavole rotonde sotto forma di pubblicazione digitale, che sarà ufficialmente presentata a novembre 2023, accessibile online attraverso il sito del MAECI e di UCAI.
  • Delineare linee di sviluppo ulteriori che permettano di proseguire nel solco dell’attività progettuale anche in futuro mediante iniziative analoghe da presentare anche presso omologhe istituzioni africane.

Per troppo tempo l’Africa è stata trascurata, mentre è quanto mai opportuno e lungimirante che intorno all’Africa sia concepito e articolato un investimento strategico, culturale, educativo e valoriale, proprio perché l’Italia è un ponte geografico e politico con il Continente africano, e deve diventare di conseguenza una priorità europea, valorizzando la Diaspora africana e le Seconde Generazioni (G2).

Prima Tavola Rotonda

Le forme della politica, democrazia
e diplomazia
dei popoli
(febbraio 2023)

Seconda Tavola Rotonda

Culture, identità
e valori

(aprile 2023)

Terza Tavola Rotonda

Le asimmetrie nello sviluppo
e nei partenariati

(giugno 2023)

Quarta Tavola Rotonda

Società matriarcali e patriarcali:
la dimensione femminile

(settembre 2023)

Incontro conclusivo

Una riflessione a più voci: analisi e considerazioni
(novembre 2023)

Africa-Europa: Rapporto finale

Africa-Europa: Galleria fotografica

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart